Vienna e Bratislava Diaro di Viaggio

Condividi sui social!

Un 2020 che si apre nel migliore di modi. Viaggi!

Sono molto legata a Vienna, c’ero già stata ben 10 anni fa, il mio primo viaggio da sola, con gli amici.

Era il ponte dell’Immacolata (8 dicembre), restai completamente affascinata dall’atmosfera natalizia.

Questa volta a distanza di tempo, sono partita decisamente fuori stagione. Niente Natale nè Primavera! Gennaio, il più freddo e gelido.

Volo Napoli>Vienna

Compagnia Wizzair. Prezzo Andata + Ritorno 60 euro incluso una “priority” ovvero un bagaglio a mano da 50 cm per soli 2 persone. (volo prenotato circa 5 mesi prima).

Alloggio? Come al solito lo cerco con largo anticipo. Studio la posizione strategica per i mezzi e per avere a disposizione supermercati…vita notturna…

Alla fine ho scelto un Ostello! Una delle migliori catene in Europa, ben recensita e soprattutto adatta anche ad una coppia.

Wombat’s, ha veramente superato qualsiasi aspettativa. Camera Piccola ma ben pulita, il giusto spaziosa con bagno privato. Un letto comodo e una stanza calda è tutto quello che mi serve in un viaggio invernale. Costo 170 euro per 3 notti. (camera matrimoniale per 2) Inclusa una bella birra di benvenuto e tanta cordialità.

Passiamo al racconto ed a come ho suddiviso i giorni.

Giorno 1 . Sabato

(arrivo ore 22.00 all’aeroporto)

Per arrivare al nostro ostello (o comunque al centro di Vienna), usciamo dall’aeroporto e ci dirigiamo verso la Metro S7. Bisogna fare il biglietto alle macchinette elettroniche (in alternativa con l’app) e qui (strategicamente) acquistiamo per ognuno di noi il biglietto da 72 h per tutti i mezzi di trasporto (tram, autobus e metro) incluso il viaggio da e per l’aeroporto. (quindi anche per il ritorno)

Metro S7>disponibile circa fino a poco prima delle 00.00 direzione WienMitte. Uscita dalla stazione WienMitte ci dirigiamo verso la metro Landstraße (U4) che dopo 4 fermate ci porta a Kettenbrückengasse la metro proprio fuori l’ostello Wombat’s!

Giorno 2. Domenica

A spasso per il Centro Storico! Camminiamo per 500 m prendiamo la metro a Karsplatz in questo modo da raggiungere più facilmente il centro. Si scende alla fermata StephanPlatz.

La nostra colazione prevede ovviamente la Sacher. Comincio a gustarla da Demel, unico rivale a parer mio, del famoso Hotel Sacher.

Prendiamo una Sacher, un Krapfen e un caffè Latte. Tutto fantastico. Sacher che anche non avendo la marmellata al centro era morbida umida e sorprendentemente deliziosa! Il krapfen da 10 e Lode! Marmellata di albicocche che ha fatto ballare le mie papille gustative. Conto circa 20 euro.

Percorrendo a piedi arriviamo ad Hofburg il meraviglioso palazzo degli asburgo e quindi anche di Sissi, poi andiamo ad ammirare il Duomo di Santo Stefano, maestoso ed incatevole. Dentro ancora di più!

Ci dirigiamo poi verso Hoher Markt piazza anch’essa famosa perché un tempo centro dell’economia. Molto bello fare una pausa qui tra negozi, chioschi di salsicce, la Vecchia sinagoga e L’orologio.

Poi ci ritroviamo davanti ad un importante museo: L’Albertina e al chiosco super-famoso Bitzinger. Qui gustiamo il Kaiserwurt semplicemente divino. (vale l’attesa costo circa 5 euro).

Ci ritroviamo ancora in una meravigliosa serra, il modo delle farfalle. Esperienza davvero divertente ed interessante. All’interno ci sono circa 40 gradi, il che non dispiace. (ingresso 7 euro circa)

In ultimo concludiamo con la Biblioteca Nazionale. Mozzafiato! (ingresso 7/8 euro circa)

Continuiamo per ammirare, putroppo senza atmosfera natalizia il Rathaus (municipio)

Cena. Consigliata dagli amici di Tripadvisor! Centimeter. Che può sembrare turistico ma in realtà se scegliete bene…

Giorno 3. Lunedì

Bratislava. Sempre utilizzando la metro (fermata dell’ostello) ci dirigiamo verso Südtiroer Platz dove parte il Bus Regiojet che cono solo 5 euro a tratta porta a Bratislava centro. Inclusa nel viaggio di un 1 e 10 minuti anche un cappuccino o una cioccolata calda.

Partiamo alle 10.50 e dopo un ora siamo in centro. Putroppo è lunedi e non è molto popolata, però c’è la godiamo passeggiando per le viuzze, la piazza principale, le statue come quella famosa di “men at work” e arriviamo a vedere sia il Castello che la chiesa Blu. Tutto tranquillamente a piedi mentre ci sono 0 gradi.

Non potevamo non pranzare con prodotti e piatti tipici. Magnifico questo posto Dolnozemská krčma. Provate gli gnocchi con formaggio di pecora e l’anatra.

Ritorniamo alle 15 a Vienna per approfittare questa volta dei negozi aperti, e fare shopping!

Cena: Tipica birreria Austriaca Salm Brau. Comodissima arrivarci con la metro o i mezzi pubblici. In alternativa c’è sempre Uber. In questo locale ho provato la Cotoletta e lo stinco di prosciutto. Divini.

Giorno 4 Si torna a Casa!

Ultimo giro in città per visitare Schönbrunn Palace inutile spiegarvi la bellezza e la maestosità. ( e neanche il ticket di ingresso bello alto!).

Infine c’è tempo per visitare il complesso di case colorate
Hundertwasserhaus.

Wizzair Vienna-Napoli ore 17.45


Segumi su : Facebook, Twitter ,Pinterest , Youtube , Instagram.


Condividi sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »